LA COLLEZIONE CAVALLINI-SGARBI

Dal 23 dicembre 2016 al 28 febbraio 2017, la mostra è presente presso la Casa delle Regole di Cortina d'Ampezzo. Dopo il grande successo della mostra, precedentemente esposta a Palazzo Campana a Osimo (AN), sarà ancora possibile ammirare in esclusiva le oltre 100 opere della collezione Cavallini-Sgarbi.

VITTORIO SGARBI

Il più famoso critico e storico dell'arte italiano.

100 OPERE

Una grande esposizione curata da Pietro Di Natale e promossa dall'Assessorato alla Cultura della Regione Veneto, dal Museo Mario Rimoldi di Cortina d'Ampezzo e da partner di pregio.


GLI ARTISTI

La selezione di dipinti, disegni e sculture dal Cinquecento all’Ottocento comprende, tra gli altri, grandi artisti come Lorenzo Lotto, Francesco Podesti, Nicola Pisano, Bastianino, Guercino, Guido Cagnacci, Simone Cantarini, Artemisia Gentileschi, Jusepe de Ribera.

CORTINA D'AMPEZZO

COME ARRIVARE ∎La città di Cortina d'Ampezzo, vivace nel centro città, imperdibile nella suggestione paesaggistica delle Dolomiti, offrirà una visita inaspettata a chi visiterà la mostra.

Segui "Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi" su Facebook e lasciati sedurre.

La bellezza

«Questa è solo una selezione delle 4.000 opere d'arte in mio possesso, ma la mia collezione è così ricca perché mia madre, Rita Cavallini, che comprava per me alle aste, era una donna molto curiosa.» - Vittorio Sgarbi

ORARI - MOSTRA PROROGATA FINO AL 5 MARZO!

Dal 23 Febbraio 2017 al 5 Marzo 2017

Tutti i giorni 10:30-12:30  15:30-19:30

 

Ultimo ingresso: 30 minuti prima dell'orario di chiusura

 

 

INGRESSO

Intero € 8,00

Ridotto € 6,00

Over 65, ragazzi dai 10 ai 18 anni, studenti con tesserino, residenti a Cortina d'Ampezzo, soci Touring Club Italiano e CAI, gruppi di almeno 10 persone, insegnanti in attività, disabili con accompagnatore, MAMBO Bologna, FAI, Museo Nazionale del Cinema di Torino

Ingresso cumulativo (per visitare anche il Museo Paleontologico e il Museo Etnografico) € 10,00

Ingresso gratuito: bambini sotto i 10 anni, grandi invalidi con accompagnatore, Regolieri d'Ampezzo, Amici del Museo d'Arte Moderna Mario Rimoldi, giornalisti con regolare Tessera dell'Ordine Nazionale, possessori Carta Giovani Comune Cortina d'Ampezzo, Amici del Festival e Accademia Dino Ciani, CAI Cortina, Soci del Museo MART di Trento e Rovereto, Casa d'arte futurista Depero, Museo Morandi, Casa Morandi, Fondazione Peggy Guggenheim Venezia, PARCO, Fondazione Querini Stampalia.

 

Partners

Lotto, Artemisia, Guercino, una selezione di oltre 100 opere della collezione Cavallini-Sgarbi, costruita dallo storico dell'arte di fama internazionale in 30 anni di acquisti, è promossa e sostenuta da:



    Vittorio Sgarbi

    «Il collezionismo è una battuta di caccia, una forma di gioco, anche d'azzardo... una sfida, un corteggiamento, una conquista.»


    Nato a Ferrara l'8 maggio 1952. Si è laureato in Filosofia con specializzazione in Storia dell'arte all'Università di Bologna. Membro come storico dell'arte, direttore e coordinatore della Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico e Paleoantropologico della città di Venezia. Saggista e conduttore televisivo. Collabora con diversi quotidiani e riviste specialistiche: “Bell’Italia”, “Il Giornale”, “L’Espresso”, “Panorama”, “Restauro & Conservazione”, “Oggi”, “Arte e Documento”. Accademico dell'Accademia Georgica di Treia e della Rubiconia Accademia dei Filopatridi. Commendatore dell'Ordine dei santi Maurizio e Lazzaro. È Presidente del Comitato Nazionale delle Celebrazioni su Mattia Preti. È stato membro della Commissione delle attività culturali del Comune di Cremona. È stato membro della Commissione per le attività culturali del Comune di Lecce. È stato Commissario per le arti e il restauro architettonico della città di Padova di cui ha curato i cataloghi sulle mostre di Giotto e di Donatello. È stato direttore del Festival Teatrale di Asti nell'anno 2000. È Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del V centenario della nascita di Francesco Mazzola detto il Parmigianino. È Presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del V centenario della morte di Andrea Mantegna. Nel mese di gennaio 2003 è stato nominato con decreto ministeriale, Presidente dell'Accademia di Belle Arti di Urbino.

    Contacts

    • +39 0436 2206
    • Corso Italia 69, Cortina d'Ampezzo (BL)

     

    Rassegna stampa




    Ho cominciato a comprare opere quando ho smesso con i libri. In Tv guadagnavo 2 miliardi l'anno: li ho spesi tutti. Se avessi preso quanto Bonolis, mi sarei comprato il Louvre. Per uno storico dell'arte - aggiunge - il collezionismo è legato anche a un divertimento competitivo, per dimostrare che sa riconoscere un'opera e un artista prima degli altri. Un vero collezionista non avrà mai un Raffaello in casa, ma per un Bastianino può arrivare ad uccidere.

    VITTORIO SGARBI

    Critico e Storico dell'arte


    È un Vittorio Sgarbi in versione confidenziale quello che a Casa Carraro presenta la mostra che si terrà a marzo a Osimo nelle Marche, dove per la prima volta in Italia verranno esposte oltre mille opere della sua collezione. [...] per quanto rapsodica e reticente, una collezione è una forma di autobiografia, per molti versi capace di dirci quel che il suo proprietario ha voluto tacere.

    IL GIORNALE

    Andrea Dusio


    Dal 18 marzo al 30 ottobre, questa rassegna esclusiva, promossa da Regione Marche, Comune di Osimo, Fondazione Don Carlo e Istituto Campana, esporrà, oltre a Gentileschi, anche opere di Cola dell’Amatrice, Lorenzo Lotto, Battista Franco, Andrea Lilio, il Sassoferrato, Pier Leone Ghezzi, Sebastiano Ceccarini, Giovan Battista Nini e Francesco Podesti, con voluta attenzione ai maestri di origine marchigiana.

    ANSA

    Notizie

    Contattaci

    Per qualunque richiesta o informazione telefonare al 0436 2206 compilate il form: